Tartufo fungo velenoso: come raccontare dove cresce, descrizione e foto

Tartufo fungo velenoso: come raccontare dove cresce, descrizione e foto

Il falso tartufo, o Bruma melanogaster, è un fungo appartenente alla famiglia dei Maiali. Deve il suo nome a un micologo inglese vissuto nel XIX secolo. È immangiabile. Questa specie non ha nulla a che fare con il tartufo, poiché appartiene a un taxon completamente diverso. I suoi parenti più stretti sono maiali.

Che aspetto hanno i falsi funghi al tartufo

È un tubero sferico con un diametro da 1 a 8 cm, spesso si trovano "tuberi" di forma irregolare. Relativamente morbido al tatto. Quando vengono compressi, ripristinano rapidamente la loro forma originale. Di seguito una foto di un falso tartufo:

Il taglio mostra una caratteristica struttura cellulare

Il guscio esterno, o peridio, nei funghi giovani è simile alla buccia di una patata. Il suo colore può essere giallo o giallo brunastro. Man mano che cresce, cambia in uno più scuro. Gli esemplari più vecchi possono persino diventare neri. Il peridio è solitamente liscio, ma ci sono anche tipi ricoperti da una trama a maglie. In alcuni casi, il peridio può essere sentito.

La parte interna del corpo fruttifero, detta anche "gleba", ha una consistenza gelatinosa. Tuttavia, è abbastanza solido. Negli esemplari giovani, il suo colore è marrone chiaro. Con l'età si scurisce, diventando prima marrone scuro e poi completamente nero.

Tuberi doppi interi e tagliati

Gleb è una specie di spugna, le cui cavità sono riempite con una sostanza gelatinosa. Gli intercalari interni possono essere bianchi, gialli o grigi.

Una delle caratteristiche del falso doppio è il suo odore piuttosto gradevole con note fruttate. Inoltre confonde spesso i raccoglitori di funghi inesperti che lo scambiano per quello vero.

Inoltre, un falso tartufo è spesso inteso come un altro tipo di fungo: tartufo di cervo o parga. Questo è un rappresentante di un'altra famiglia: Elaphomycetes. Inoltre non ha nulla a che fare con i funghi commestibili.

Una caratteristica distintiva del parga è la struttura granulare del peridio

Il fungo ha preso il nome perché viene mangiato con piacere da cervi e altri animali, ad esempio scoiattoli e lepri. I suoi corpi fruttiferi hanno un diametro fino a 15 cm e si trovano negli strati superiori del terreno.

Dove crescono i funghi tartufati

La gamma del tartufo fungo è molto ampia. Il fungo può essere trovato in molte regioni dell'Europa e dell'Asia, nonché in Nord America. In Russia, è particolarmente abbondante nella regione di Novosibirsk, in Kazakistan, cresce nella regione di Almaty.

Preferisce foreste decidue con terreni acidi e neutri. Meno comunemente trovato in misto. Nelle foreste di conifere, le popolazioni di questa specie sono estremamente rare (l'eccezione è la già citata Novosibirsk).

A differenza del suo omonimo costoso e commestibile, che cresce in profondità nel sottosuolo, questa specie forma corpi fruttiferi esclusivamente negli strati superiori del suolo. Spesso può essere trovato a terra sotto uno strato di foglie cadute. I funghi si distinguono per la maturazione precoce: i primi esemplari compaiono già all'inizio di giugno. Entro la metà di luglio, la fruttificazione termina e il micelio non forma più nuovi esemplari.

Il tartufo di renna è molto più diffuso del falso tartufo. Si trova quasi ovunque dai tropici al subartico.

Puoi mangiare i falsi tartufi?

Formalmente, un falso tartufo non è un fungo velenoso mortale. Ma non puoi mangiarlo. Il suo sapore è sgradevole e, anche in piccole quantità, può causare gravi disagi. Il consumo di una grande quantità di una tale "prelibatezza" provocherà gravi intossicazioni alimentari. Inoltre, non ci sono molte persone che vogliono mangiare gleb, anche dopo l'elaborazione, a causa del suo aspetto.

Importante! Anche il tartufo di renna è immangiabile per l'uomo. Tuttavia, in alcuni paesi viene consumato in piccole quantità come afrodisiaco.

Come distinguere i falsi tartufi

La principale differenza tra il fungo originale e le sue false controparti è l'aroma e il gusto. Ma anche senza esperimenti gastronomici, è possibile stabilire senza problemi l'appartenenza di un fungo a una specie particolare.

La differenza principale è che i tartufi neri o bianchi che vengono mangiati si formano in profondità (fino a 50 cm a 1 m) nel sottosuolo e tutti i falsi gemelli danno frutti esclusivamente sulla superficie del suolo. Inoltre, i funghi mangiati sono duri e le loro controparti non commestibili possono essere facilmente deformate con le dita.

Il tartufo originale ha un corpo solido e un peridio a grana grossa

Conclusione

Il falso tartufo è un fungo non commestibile che a volte può essere confuso con il tartufo nero o bianco originale a causa del suo odore. In effetti, questa specie appartiene persino a un'altra famiglia. Il falso doppio non si mangia, poiché ha un sapore molto sgradevole e in grandi quantità provoca gravi disturbi gastrointestinali.


Guarda il video: Conoscere i Funghi - Hygrocybe Punicea