Paratubercolosi bovina: cause e sintomi, prevenzione

Paratubercolosi bovina: cause e sintomi, prevenzione

La paratubercolosi nei bovini è una delle malattie più insidiose e pericolose. Non porta solo perdite economiche. Anche altri artiodattili erbivori domestici sono suscettibili alla malattia. Ma il problema principale è che una persona può anche essere infettata da paratubercolosi.

Cos'è la paratubercolosi

Altri nomi: malattia di Yone e enterite paratubercolare. Questa malattia batterica cronica è caratterizzata da diarrea ricorrente, enterite produttiva, esaurimento graduale e conseguente morte degli animali. L'agente eziologico della malattia è la sottospecie del batterio Mycobacterium avium paratuberculosis.

Sensibile ai batteri:

  • Bestiame;
  • pecore;
  • bufalo;
  • cammelli;
  • capre;
  • cervo;
  • yaks.

La classifica delle specie animali si basa sulla diminuzione del livello di suscettibilità ai batteri.

Gli agenti causali della paratubercolosi del bestiame al microscopio

I batteri Mycobacterium avium sono comuni in quasi tutti i paesi con produzione zootecnica intensiva. I microrganismi sono ben conservati nel suolo e nel letame - fino a 10-12 mesi. Nei corpi idrici stagnanti e nei mangimi, i batteri rimangono vitali per 8-10 mesi.

I batteri Mycobacterium avium sono anche molto resistenti ai disinfettanti. I migliori farmaci per la disinfezione in caso di focolaio di paratubercolosi:

  • formaldeide;
  • xilonaft;
  • calce appena spenta;
  • cresolo;
  • Soda caustica.

Tutti i farmaci sono velenosi per l'uomo.

La maggior parte degli animali non si ammala o il bestiame diventa portatore latente di paratubercolosi. La mortalità dovuta all'infezione da Mycobacterium avium è solo dell'1%. Ma questo 1% include tutto il bestiame di bovini che mostra evidenti segni clinici. Il resto della malattia è pericoloso perché riduce la produttività degli animali.

Nell'uomo si osservano sintomi simili, ma la possibilità di infezione da paratubercolosi bovina è ancora in discussione. Questo problema non è stato ancora completamente compreso. È possibile che un'altra malattia provochi sintomi simili.

Una persona infetta da paratubercolosi nell'ultimo stadio della malattia

Fonti e vie di infezione

Molto spesso, l'infezione si verifica nel primo anno di vita. Il vitello ingoia i batteri nel latte materno o le particelle di letame se il bestiame viene tenuto in condizioni antigeniche. La pulizia nelle stalle straniere non è dovuta all'alta cultura. Il letame, appena essiccato sulle cosce di una mucca, è un terreno fertile per i batteri patogeni. È possibile anche l'infezione intrauterina.

Una chiara illustrazione delle modalità di diffusione dell'infezione: le feci di un animale malato entrano nell'acqua e nel fieno

I bovini sono più suscettibili alla paratubercolosi nel primo anno di vita. Ma i segni della malattia compaiono solo 2 o più anni dopo l'infezione. Se una mucca viene infettata da paratubercolosi in età avanzata, sicuramente non mostrerà segni clinici fino a 2 anni dopo l'infezione. Lo stesso vale per un vitello che ha ricevuto una piccola dose di agenti patogeni della paratubercolosi.

Fattori provocatori:

  • diminuzione dell'immunità a causa di un'alimentazione inadeguata;
  • elminti;
  • ipotermia;
  • surriscaldamento.

Tutto ciò può essere attribuito a condizioni di detenzione inadeguate.

Nella seconda fase della malattia, la diarrea è liquida e l'animale ha perso peso in modo significativo.

Sintomi della paratubercolosi nei bovini

I principali segni di infezione da Mycobacterium avium nei bovini sono diarrea e deperimento. Inoltre, di solito la manifestazione clinica dei sintomi si verifica all'età di 2-6 anni, sebbene i bovini vengano infettati nel primo anno di vita e anche nel grembo materno.

Nella prima fase, i segni della paratubercolosi sono scarsamente espressi. Possono essere espressi in perdita di peso, diminuzione della produttività e lieve arruffamento del mantello. La mucca defeca più spesso del normale, ma il letame è piuttosto denso, senza detriti epiteliali, sangue o muco. Periodicamente, il lavoro del tratto gastrointestinale torna alla normalità.

Poche settimane dopo l'inizio della diarrea nei bovini, i tessuti molli della mascella inferiore si gonfiano. Questo sintomo è noto come mascella della bottiglia o edema intermascellare. L'edema è causato dal ritiro di proteine ​​dal flusso sanguigno a seguito di interruzione del tratto gastrointestinale.

Gonfiore dei tessuti molli sotto la mascella inferiore e sulla giogaia nella paratubercolosi dei bovini

Con l'ulteriore progresso della malattia, le mucche perdono sempre più peso. La morte si verifica a causa della disidratazione e della grave cachessia.

Sintomi di disidratazione

La disidratazione è la perdita di acqua da parte dei tessuti molli del corpo a causa di disturbi metabolici. Nella paratubercolosi, la disidratazione si verifica a causa della diarrea. Quando i tessuti molli perdono più del 25% di acqua, l'animale muore.

La disidratazione è accompagnata da:

  • sete;
  • oppressione;
  • una diminuzione della quantità di urina;
  • convulsioni;
  • con un pizzico di prova, la piega della pelle non si raddrizza a lungo;
  • il mantello è asciutto, arruffato;
  • speculum nasolabiale secco.

La disidratazione nella paratubercolosi dei bovini si verifica già nell'ultimo stadio della malattia.

Cachessia

Esternamente, non differisce dalla disidratazione, ma con la cachessia l'animale non perde acqua. Con questo fenomeno, i bovini perdono peso. Si osservano atrofia muscolare e debolezza. Ma un pizzico di prova non mostra la disidratazione. Tuttavia, con la paratubercolosi, la cachessia e la disidratazione sono combinate.

La comparsa di bovini con paratubercolosi nella seconda fase della malattia

Diagnosi della malattia

I sintomi della paratubercolosi coincidono con i segni di altre malattie e persino di diarrea non infettiva causata da una dieta scorretta. La paratubercolosi deve essere differenziata da:

  • strongiloidosi;
  • coccidiosi;
  • tubercolosi;
  • diarrea alimentare.

La diagnosi viene effettuata tenendo conto dei dati epizootici nella regione.

La diagnostica viene eseguita con 2 metodi:

  • sierologico;
  • allergico.

Con la sierologia, il siero viene prodotto dal sangue di individui sospetti, dopo di che viene eseguita un'analisi utilizzando l'RSK. Il tasso di rilevamento degli animali malati è dell'85%.

Con il metodo allergico, ci sono due modi per testare: altubercolina per uccelli e paratubercolina. Nel primo caso, l'80% degli individui malati mostra una reazione positiva, nel secondo - 94%.

La diagnostica allergica viene eseguita utilizzando un test intradermico. La reazione viene controllata dopo la prima iniezione dopo 48 ore. Con una reazione positiva nel sito di iniezione, l'edema appare senza limiti e configurazione rigidi, misurando circa 4x11 cm o più. La temperatura locale nel sito del tumore è elevata. Edema lungo i bordi dell'impasto, duro al centro. Il sito di iniezione è doloroso.

Se individui sospetti danno una reazione dubbia, il campione viene ripetuto. Il risultato viene controllato un giorno dopo l'iniezione.

Attenzione! Quando si diagnostica la paratubercolosi, sono necessari studi di materiale per anotomia patologica.

Non vengono inviati al laboratorio solo i linfonodi e le parti dell'intestino degli animali macellati e morti. Inoltre, le feci con frammenti di mucosa e grumi di muco vengono inviate lì per l'esame batteriologico.

Trattamento della paratubercolosi nei bovini

Non esiste una cura. Anche l'impatto del vaccino è discutibile. Tutti gli animali con diagnosi di paratubercolosi vengono macellati. Questi requisiti si applicano anche ai vitelli nati da vacche malate.

Prevenzione

Poiché il bestiame sano viene infettato dalla paratubercolosi da individui malati, vengono prese misure per prevenire contatti non necessari e aumentare la resistenza individuale dell'organismo del bestiame al patogeno della paratubercolosi.

Si osserva l'igiene dello zoo: animali di specie diverse, suscettibili alla malattia, sono tenuti in edifici separati. La distanza tra le aziende agricole deve essere di almeno 100 m Bovini e piccoli bovini non sono ammessi al pascolo comune.

La ricerca per la paratubercolosi viene effettuata regolarmente. I bovini con una reazione allergica positiva al campione RSK vengono inviati al macello. Qui vengono individuati anche vitelli di età inferiore a 10-18 mesi, che hanno reagito due volte alla tubercolina.

Per l'uomo, la principale misura preventiva è l'uso di solo latte pastorizzato. I lavoratori agricoli dovrebbero mantenere i loro vestiti puliti e disinfettati in tempo.

Eseguono anche la disinfezione sistematica della stalla (imbiancatura dei muri) e il trattamento dell'inventario e delle attrezzature con soluzioni disinfettanti.

Conclusione

Poiché la paratubercolosi nei bovini e in altri artiodattili è incurabile, non dovresti nascondere gli animali malati dai servizi veterinari. Un animale malato può infettare tutti gli altri animali della zona. In caso di epidemia epizootica, i servizi veterinari distruggeranno tutti gli animali sensibili nella regione. Ciò costerà più del massacro di un individuo malato.


Guarda il video: Malattie Sessualmente Trasmesse - Malattie Veneree