Malattie degli occhi di coniglio: trattamento + foto

Malattie degli occhi di coniglio: trattamento + foto

Le malattie degli occhi nei conigli, se non sono un sintomo di una malattia infettiva, non sono diverse dalle malattie degli occhi in altri mammiferi, compreso l'uomo. Fino al punto che l'occhio di un coniglio può essere esaminato e diagnosticato da un oftalmologo.

Se la congiuntivite è un sintomo di una malattia infettiva in un coniglio, è inutile trattarla senza eliminare la causa sottostante. In questo caso, prima di tutto, viene curata la malattia e, in relazione agli occhi, viene utilizzato un trattamento sintomatico, volto ad alleviare il benessere del coniglio.

Le malattie dei conigli legate solo agli occhi sono spesso di natura ereditaria. Può essere il risultato di un danno meccanico, irritazione chimica degli occhi o dacriocistite, che di solito si verifica a seguito di una malposizione congenita dei molari di un coniglio.

Le malattie degli occhi di natura infettiva dovrebbero essere considerate insieme al trattamento della malattia sottostante in un coniglio, quindi non ha senso soffermarsi su di esse in questo caso.

Le malattie degli occhi non infettive nei conigli sono generalmente trattate allo stesso modo degli altri animali. L'unica differenza è nelle dimensioni.

Danni meccanici e chimici agli occhi dei conigli e al loro trattamento

Il danno meccanico agli occhi dei conigli si verifica a seguito di lotte tra animali, formicolio degli occhi con seninki durante l'alimentazione, lividi, se, spaventato, il coniglio inciampa nell'angolo della mangiatoia o di un altro oggetto.

Tale danno di solito scompare da solo, anche se l'occhio può sembrare inquietante. Spesso in questo caso c'è una lacrimazione abbondante dall'occhio. L'occhio è chiuso. Potrebbe esserci gonfiore delle palpebre.

Per prevenire l'infezione secondaria, in questo caso, puoi far cadere gocce con un antibiotico ad ampio spettro nell'occhio del coniglio.

L'irritazione chimica degli occhi in un coniglio può essere causata solo dai fumi di ammoniaca prodotti dall'urina in decomposizione in una gabbia non pulita. In questo caso, non sono necessarie misure mediche, ma sanitarie.

Se gli occhi sono ostruiti dalla terra o dalla calce delle pareti, gli occhi del coniglio vengono lavati con soluzione salina. Se gli occhi del coniglio sono stati risciacquati quasi immediatamente dopo l'intasamento, non sono necessarie ulteriori azioni. Altrimenti, vengono instillate gocce con un antibiotico.

Gli occhi di un coniglio possono iniziare a lacrimare a causa di una reazione allergica. In questo caso, nessun trattamento per gli occhi aiuterà fino a quando l'allergene non sarà identificato ed eliminato.

Importante! Una reazione allergica si verifica spesso se il fieno è contaminato da muffe.

Questo fieno è spesso chiamato polveroso a causa del fatto che quando viene agitato nell'aria, si alza molta polvere, che in realtà è spore di muffa. Queste stesse spore spesso causano danni alle vie respiratorie nei conigli.

Per eliminare il problema e prevenire una reazione allergica in un coniglio, tale fieno dovrà essere versato per almeno 10 minuti.

Congiuntivite con carenza di vitamine

La mancanza di vitamine può anche causare congiuntivite in un coniglio. Tale congiuntivite si verifica con una mancanza di vitamine A o B₂. Per eliminare la causa, è sufficiente aggiungere le vitamine mancanti alla dieta del coniglio e monitorare ulteriormente l'utilità del mangime per conigli.

La situazione è peggiore se le malattie degli occhi nei conigli sono causate da fattori ereditari o sono una complicazione dopo altre malattie.

Dacriocistite

Una malattia degli occhi di natura congenita, poiché si verifica con una crescita anormale dei molari, che modificano la forma del canale nasolacrimale. Di conseguenza, all'inizio, l'occhio inizia a lacrimare, poiché lo scarico della ghiandola lacrimale non ha l'opportunità di passare attraverso il canale nasolacrimale nel naso. Il canale bloccato si infiamma. Successivamente, quando un'infezione secondaria si trova sulla superficie infiammata, i deflussi diventano purulenti.

Il trattamento è possibile solo chirurgicamente, poiché è necessario rimuovere i denti che crescono in modo improprio. L'operazione viene eseguita in una clinica veterinaria. Di conseguenza, il trattamento della dacriocistite è possibile solo per i conigli decorativi. È più facile per un contadino uccidere un coniglio del genere.

Dopo aver rimosso il dente che cresce in modo errato, il canale nasolacrimale viene pulito. In casi avanzati, è richiesto il drenaggio. Poiché i casi avanzati implicano automaticamente suppurazione e infezione del canale, vengono utilizzati colliri antibiotici per eliminare l'infezione secondaria.

Nella foto, il drenaggio del canale nasolacrimale, popolarmente chiamato "ostruzione".

Il principio di funzionamento è semplice: periodicamente è necessario tirare il cavo avanti e indietro per liberare il canale ed eliminare il muco essiccato.

Involuzione delle palpebre

Il nome scientifico è "entropium". Si presenta come una complicazione dopo la cheratite. Inoltre, l'entropio stesso può essere la causa della cheratite secondaria. Altre cause di entropio: deformazione della cartilagine, congiuntivite prolungata, predisposizione ereditaria.

La torsione delle palpebre in un coniglio può anche verificarsi con una contrazione convulsa del muscolo circolare dell'occhio.

La torsione delle palpebre intrappola le ciglia tra la palpebra e la cornea dell'occhio, danneggiandola e provocando cheratite. Se si esegue il problema, la cornea potrebbe essere perforata.

Il gonfiore viene eliminato solo chirurgicamente. Se i colliri non aiutano a lungo il coniglio con la congiuntivite e l'occhio continua a peggiorare, è necessario consultare un medico. È possibile che non si tratti di congiuntivite ordinaria.

Eversione delle palpebre

Le ragioni sono quasi le stesse del volvolo, solo che invece della contrazione convulsiva del muscolo, uno dei motivi è la paralisi del nervo facciale.

L'inversione delle palpebre è caratterizzata dall'abbassamento della palpebra e dalla sua separazione dal bulbo oculare. Come fattore ereditario, si trova spesso nei cani con una costituzione grezza (mastini), ma nei conigli questo fenomeno è molto raro e non dovrebbe essere consentito nell'allevamento di tali conigli.

Molto più spesso, l'eversione delle palpebre nei conigli si verifica a causa di litigi o come complicazione dopo una malattia.

Anche l'espansione delle palpebre viene eliminata chirurgicamente.

L'ultima delle malattie legate alle palpebre è la blefarite.

Blefarite

Questa è un'infiammazione delle palpebre, che può portare all'eversione o alla torsione delle palpebre. La blefarite può essere superficiale o profonda. La ragione per la comparsa della blefarite in entrambi i casi è:

  • danno meccanico, cioè ustioni, ferite, contusioni;
  • irritazione delle palpebre dovuta ad effetti chimici, termici o meccanici, ovvero possibili scottature solari, contatto con una sostanza caustica sulle palpebre, graffi.

È possibile distinguere tra blefarite superficiale e profonda da segni esterni.

La blefarite superficiale ha 3 fasi:

  1. Le palpebre sono pruriginose e arrossate;
  2. I bordi delle palpebre si ispessiscono, le squame della pelle morta appaiono sulle palpebre, le ciglia cadono, la fessura palpebrale si restringe, si osserva arrossamento della congiuntiva;
  3. Si sviluppa blefarite ulcerosa; le pustole si formano al posto delle ciglia, dopo l'apertura si trasformano in piaghe. Il margine ciliare è umido e sanguinante.

La blefarite profonda non ha stadi. Questa è un'estesa infiammazione purulenta del tessuto delle palpebre, senza la principale localizzazione dell'ascesso in un punto. Le palpebre sono molto gonfie, doloranti. Il pus scorre dall'angolo interno dell'occhio. La congiuntiva si gonfia e sporge nella fessura palpebrale.

Trattamento della blefarite

Per la blefarite superficiale, puoi usare lozioni da una soluzione all'1% di bicarbonato di sodio. I bordi delle palpebre sono trattati con unguenti antimicrobici: furacilinico o svlfacil di sodio.

Importante! C'è una raccomandazione per cauterizzare le ulcere con una soluzione di iodio o verde brillante, ma questo è molto indesiderabile, poiché i farmaci possono arrivare sulla cornea dell'occhio, specialmente se il coniglio si contrae.

Antibiotici e sulfamidici sono usati come rimedio generale. Gli stessi farmaci sono usati nel trattamento della blefarite profonda. Se compaiono ascessi localizzati, vengono aperti.

Congiuntivite

Il nome generico per i processi infiammatori nella mucosa tra la palpebra e il bulbo oculare.

La congiuntivite nei conigli può essere causata da fattori meccanici e chimici. L'irritazione meccanica si riferisce all'irritazione degli occhi con polvere o una particella di fieno caduta sulla mucosa. A sostanze chimiche: agenti cauterizzanti, disinfettanti, polvere di calcare, acidi, alcali, ammoniaca in ambienti poco ventilati.

I sintomi della congiuntivite sono gli stessi:

  • prurito;
  • blefarospasmo, cioè chiusura spontanea dell'occhio;
  • fotofobia;
  • scarico dall'angolo interno dell'occhio;
  • dolore alle palpebre.

Lo scarico dagli occhi con congiuntivite può essere chiaro o purulento. Quest'ultimo di solito si verifica con una malattia infettiva sottostante o con congiuntivite non infettiva avanzata.

Esistono 5 forme di congiuntivite:

  • congiuntivite catarrale acuta;
  • congiuntivite catarrale cronica;
  • congiuntivite purulenta;
  • congiuntivite fibrinosa;
  • congiuntivite follicolare.

Nella congiuntivite acuta, c'è lacrimazione, fotofobia, arrossamento delle mucose dell'occhio. Se non tratti la congiuntivite acuta, diventerà cronica con secrezione purulenta.

Spesso la congiuntivite è provocata dalla microflora patogena "dipendente" da danni alla mucosa o che approfitta dell'indebolimento dell'immunità del coniglio.

Trattamento della congiuntivite

Prima di tutto, viene eliminata la causa della congiuntivite. Gli occhi vengono lavati con soluzioni disinfettanti deboli: permanganato di potassio o furacilina. Per la congiuntivite catarrale si consigliano soluzioni astringenti, di cui l'acido borico è il più famoso e diffuso. Gli occhi vengono lavati con una soluzione di acido borico al 3%.

Con le forme purulente, le iniezioni intramuscolari di antibiotici vengono utilizzate per distruggere la microflora patogena. Per uso topico vengono utilizzati unguenti per gli occhi e gocce con antibiotici ad ampio spettro.

Importante! Il trattamento della congiuntivite follicolare e fibrinosa deve essere affrontato da un veterinario, poiché sono necessarie alcune procedure chirurgiche.

Cheratite

Infiammazione della cornea del bulbo oculare. Le cause della malattia sono le stesse della congiuntivite.

Il sintomo principale della cheratite è l'opacità corneale. Con la cheratite purulenta, l'opacità sarà gialla. Oltre all'opacità, sono presenti fotofobia, particelle epiteliali distaccate e invasione corneale da parte di ulteriori vasi sanguigni.

Trattamento della cheratite

Elimina la causa e prescrivi pomate o gocce per gli occhi con antibiotici.

Ulcera corneale

Le ulcere si verificano con glaucoma, mancanza di liquido lacrimale con blocco del canale nasolacrimale, danni al nervo facciale.

Importante! I conigli bianchi della Nuova Zelanda sono geneticamente inclini al glaucoma.

Un'ulcera è una perforazione della cornea dell'occhio. Di solito è necessario un intervento chirurgico per rimuovere il bulbo oculare.

Uveite

Di solito è una malattia concomitante di base. Si manifesta con cheratite avanzata o ulcere corneali, nonché con malattie infettive. Essenzialmente, l'uveite è un'infiammazione della coroide. La malattia sottostante viene trattata.

Conclusione

Tutte le malattie degli occhi nei conigli richiedono cure mediche professionali. Il trattamento delle malattie degli occhi nei conigli produttivi di solito non è redditizio in termini di denaro, ad eccezione delle forme lievi di congiuntivite. Se trattare o meno i conigli decorativi di solito è deciso dai proprietari, a seconda delle loro capacità.


Guarda il video: CALCE SUI TRONCHI DEGLI ALBERI: SI o NO?